Bonus 110%, fotovoltaico e impianti di depurazione domestica sono le truffe del momento. Fai attenzione e chiamaci se hai un dubbio!

Tutti i tuoi diritti con un click

Fisco, banche, contratti truffaldini e poi malasanità, malagiustizia. Troppi poveri e troppe ingiustizie. E’ora di rompere le catene!

Silenti Enasarco

Perché chi ha versato anche oltre 15 anni di contributi Enasarco alla fine deve perdere tutto?

Multiproprietà

Se sei proprietario di una multiproprietà o l'hai ereditata e non sai come liberartene contattaci senza impegno.

Banche e Fisco

Problemi bancari o fiscali? Sei pieno di debiti e temi possano portarti via tutto? Contattaci senza impegno e ti aiuteremo!

Acqua, luce, gas e telefonia

Conguagli, costi nascosti, contratti non stipulati o bollette esagerate. Se non sai come difenderti contattaci!

Ingiustizia civile

Se non hai una casa o rischi di perderla, se non hai un lavoro e hai bisogno di aiuto. Mafia, malasanità o qualunque altro problema contattaci!

650 euro in tasse pro capite al mese: il calcolo dell’assurdo

Share This Post

Share on facebook
Share on linkedin
Share on twitter
Share on email

Roma, Milano, Napoli: quanto pagano i cittadini all’anno di tasse comunali? Circa 1000 euro. Padova, tra le piccole è la più tassata: 647 euro di imposte, più altre 50 di tasse per un totale di 721 euro a contribuente all’anno. Parliamo di sole tasse comunali. Venezia la più cara in assoluto con le sue 506 euro di imposte e altre 663 euro di tributi vari per un totale di circa 1100 euro, sempre all’anno, sempre pro capite e sempre sole tasse comunali. Eppure la qualità della vita nelle città peggiora: carenza di servizi, scarsa sicurezza pubblica. Strade con buche, impercorribili, monumenti a pezzi, scuole e ospedali che sembrano sbriciolarsi. A guardare nei bilanci comunali c’è da impazzire, tanto entra, tanto si spende, il problema è che non sappiamo in cosa si spende. Per quanto riguarda le tasse comunali come quelle nazionali resta l’incognita per ogni contribuente di sapere cosa, come, quando e quanto deve pagare. Dovrebbe essere compito dell’Ente impositore dare dati certi, una guida ai contribuenti, ma se questi cambia ogni 6 mesi tariffe e modalità tutto diventa vano tranne l’oblio dei cittadini in coda nei patronati o dai commercialisti per conoscere la propria condanna. Come sta avvenendo per la Tasi. Errori di calcolo? Rischio che ricade sui contribuenti e se sbagliano versando in più o in meno? Meglio versare di più, qualche spicciolo mancante scatenerà la riscossione con aggio e interessi e mora. Oltre alle tasse comunali e nazionali, cos’altro paga un cittadino italiano?

Un commerciante e un artigiano di sola Inps versano euro 3.361 il primo ed euro 3.347 il secondo. Approfondiamo la questione fiscale per settore.

Prendiamo un commerciante, un libero professionista e un artigiano, per loro la pressione fiscale, tribuataria e contributiva è pari a: artigiano 66%; commerciante 69%; libero professionista 72%.

Passiamo ora ad analizzare un impiegato ed un operaio: per il primo la somma impositiva è pari al 66%, per il secondo del 77%. Un’azienda paga un lavoratore part time ad esempio 6 euro l’ora, il 50% delle 6 euro vanno in contributi e tasse dirette e indirette. I dati che girano sui canali ufficiali riguardanti il calcolo sulla pressione fiscale rispetto al Pil non sono reali perchè calcolati su criteri astratti, come le attività illecite e il nero. Quindi la somma di entrate previste dall’Erario non si spalma su 100 individui ma solo su 30. Sommando l’intero quadro possiamo dire che ogni contribuente paga all’anno, tra tasse sul lavoro, comunali e nazionali, almeno 650 euro al mese. Ecco come si accumulano le cartelle Equitalia sulle scrivanie di avvocati, commercialisti e degli stessi impiegati Equitalia. I dati sono stati calcolato dal Centro Studi Anticrisi.

Non perderti i nostri comunicati

Un consumatore informato è un consumatore tutelato

Le altre notizie

Qualunque sia il tuo problema noi possiamo aiutarti

Bonus 110%, fotovoltaico e impianti di depurazione domestica sono le truffe del momento. Fai attenzione e chiamaci se hai un dubbio!

© 2021 Tutti i diritti riservati - FEDERCONTRIBUENTI Federazione Italiana a tutela dei contribuenti e dei consumatori. Privacy & Cookie Policy