Bonus 110%, fotovoltaico e impianti di depurazione domestica sono le truffe del momento. Fai attenzione e chiamaci se hai un dubbio!

Tutti i tuoi diritti con un click

Fisco, banche, contratti truffaldini e poi malasanità, malagiustizia. Troppi poveri e troppe ingiustizie. E’ora di rompere le catene!

Silenti Enasarco

Perché chi ha versato anche oltre 15 anni di contributi Enasarco alla fine deve perdere tutto?

Multiproprietà

Se sei proprietario di una multiproprietà o l'hai ereditata e non sai come liberartene contattaci senza impegno.

Banche e Fisco

Problemi bancari o fiscali? Sei pieno di debiti e temi possano portarti via tutto? Contattaci senza impegno e ti aiuteremo!

Acqua, luce, gas e telefonia

Conguagli, costi nascosti, contratti non stipulati o bollette esagerate. Se non sai come difenderti contattaci!

Ingiustizia civile

Se non hai una casa o rischi di perderla, se non hai un lavoro e hai bisogno di aiuto. Mafia, malasanità o qualunque altro problema contattaci!

Il 45% dei redditi al netto sono fermi a 15 mila euro. Poveri con busta paga

Share This Post

Share on facebook
Share on linkedin
Share on twitter
Share on email

Il 45% dei redditi al netto delle imposte sono poco sopra i 15 mila euro. Federcontribuenti: ”In Italia un lavoratore su 5 rientra nella fascia povera pur avendo un lavoro. Non è il deficit del 2,4% il problema, nemmeno i 15 miliardi di euro per flat tax, reddito di cittadinanza e riforma delle pensioni. Tra il 2010 e il 2017 l’Italia ha speso in ammortizzatori sociali 82 miliardi di euro.

Il 70% degli aiuti è stata coperta dai contributi versati dai lavoratori dipendenti e dalle imprese, mentre i restanti 20 miliardi provengono dalla fiscalità in generale e continuiamo a dare la paghetta?”.

Certo che si potrebbe superare la soglia del 3%, certo che potremmo disinteressarci dello spread, ma solo per un buon motivo, ”abbassare l’Iva sui consumi, le tasse sul lavoro, imporre uno stipendio minimo per tutti e una pensione mai inferiore alle 1000 euro”.

10, 5 milioni di persone, tra cui 1,3 milioni di bambini vivono, in Italia, nella povertà assoluta: ”tra l’altro queste tre manovre, fra tutte il reddito di cittadinanza, farà diminuire per un totale di 4 miliardi i mini aumenti dei docenti scolatici; inoltre la – quota 100 – svuoterà le strutture mediche dei medici e non si prevedono assunzioni. Toglieranno il bonus degli 80 euro e ci saranno tagli sulla disabilità e inoltre, per finanziare tutto questo gli ammortizzatori sociali passeranno da 12 a 6”.

Ma tutti quegli enti inutili sono stati poi tagliati?

”In campagna elettorale si parlava di tagliare ben 400 tra leggi ed enti inutili nel nome di un risparmio da veicolare per i beni primari dei cittadini. Invece vorrebbero istituire altri enti come l’ agenzia nazionale per la ricerca e l’istituzione di una Agenzia di vigilanza per la sicurezza delle strade e autostrade e aumentare i fondi per i Centri per l’impiego ignorando la loro esistenza e alimentando lo spreco. Si dovrebbe prima conoscere il patrimonio di risorse umane, poi la struttura complessa dello Stato e capire cosa potenziare e cosa eliminare”.

Federcontribuenti ricorda al governo che: ”mentre i redditi sono fermi e divorati dalle imposte abbiamo aumenti su tutti i generi di primo consumo come su tutte le utenze domestiche e aumenti anche sul diritto alla salute vista la corsa alle strutture private. La conseguenza è scontata: capacità di acquisto sempre più bassa e indebitamento costante unito all’obbligo del governo di farsi carico della fascia povera del Paese”.

È responsabilità di tutti, unitamente al senso civico, morale e giuridico, impedire questa grave perdita di risorse finanziarie onde evitare di consegnare l’Italia ad un nuovo periodo di grave recessione.

Non perderti i nostri comunicati

Un consumatore informato è un consumatore tutelato

Le altre notizie

Qualunque sia il tuo problema noi possiamo aiutarti

Bonus 110%, fotovoltaico e impianti di depurazione domestica sono le truffe del momento. Fai attenzione e chiamaci se hai un dubbio!

© 2021 Tutti i diritti riservati - FEDERCONTRIBUENTI Federazione Italiana a tutela dei contribuenti e dei consumatori. Privacy & Cookie Policy