Mercatone Uno, Whirlpool, Auchan: 2.200 posti di lavoro persi e ora se ne rischiano altri 24 mila

Auchan ha un rosso per 1 miliardo di euro. Federcontribuenti: ”ci sono tutti i presupposti per mettere in ginocchio 24.500 lavoratori in tutta Italia (17.751 diretti e 6.500 addetti nel network di affiliati). I lavoratori denunciano il silenzio dei sindacati e l’invio delle prime lettere. Allarme occupazione. A distanza di pochi giorni chiudono Mercatone Uno con 1.800 licenziati;Whirlpool chiude a Napoli lasciando a casa 420 lavoratori; l’Auchan con una acquisizione sospetta e trattata con grave insufficienza dal MISE e dai sindacati sta per mettere a rischio oltre 24 mila lavoratori. ”Senza fabbriche muore la sinistra!”

Lo scorso 13 maggio è stato sottoscritto il contratto preliminare per l’acquisizione da parte di Conad del pacchetto azionario di controllo, società controllante di Simply/Sma e Auchan SpA; il 28 maggio il primo incontro al Mise ma, ”sul tavolo non è stato messo nessun piano industriale e soprattutto non è stata data nessuna certezza per il mantenimento dell’occupazione. Temiamo strategie tenute in ombra anche perché, in moltissime città, gli ipermercati Auchan sono spalla a spalla con gli ipermercati Conad; l’acquisizione metterebbe la Conad in una situazione di predominanza sul territorio nazionale ( non dimentichiamo i punti vendita Todis ) che si vedrebbe costretta a convertire molti punti vendita con l’immediata cancellazione di migliaia di posti di lavoro”.

Durante l’incontro al Mise, i rappresentanti di Conad hanno dichiarato che BDC Italia SpA, il cui capitale sociale è detenuto al 51% da Conad Società Cooperative e al 49% da Pop 18 Sarl, acquisirà il controllo dell’entità societaria che controlla sia Auchan SpA che Sma SpA; il perfezionamento dell’operazione è legato al via libera dell’Antitrust che dovrà pronunciarsi, provincia dopo provincia, sulla presenza di situazioni riconducibili all’abuso di posizione dominante.

”Il Ministro non può attendere il prossimo incontro fissato per il 20 giugno, deve da subito impegnare gli strumenti ministeriali e legislativi al fine di evitare di giungere impreparati a quello che ha tutte le caratteristiche per diventare un vero e proprio dramma. È chiaro che il gruppo Conad, acquisendo tutti i punti vendita Auchan, dovrà essa stessa decidere quali tenere aperti e quali chiudere per la strettissima vicinanza tra punti vendita e la stessa Antitrust difficilmete darà l’ok all’acquisizione poiché, dopo la firma, la Conad avrà di certo superato il paletto dell’abuso di posizione dominante. Il Mise non può attendere quindi che altri giochino una partita così importante, deve muoversi e alla svelta perché temiamo che i giochi siano già stati fatti”.

Molti lavoratori denunciano la pacatezza dei sindacati: ”ci è stato riferito che in qualche punto vendita i sindacati non hanno interesse a difendere i posti di lavoro perché, questi posti lasciati vacanti, verrebbero occupati da amici o parenti”.