Bonus 110%, fotovoltaico e impianti di depurazione domestica sono le truffe del momento. Fai attenzione e chiamaci se hai un dubbio!

Tutti i tuoi diritti con un click

Fisco, banche, contratti truffaldini e poi malasanità, malagiustizia. Troppi poveri e troppe ingiustizie. E’ora di rompere le catene!

Silenti Enasarco

Perché chi ha versato anche oltre 15 anni di contributi Enasarco alla fine deve perdere tutto?

Multiproprietà

Se sei proprietario di una multiproprietà o l'hai ereditata e non sai come liberartene contattaci senza impegno.

Banche e Fisco

Problemi bancari o fiscali? Sei pieno di debiti e temi possano portarti via tutto? Contattaci senza impegno e ti aiuteremo!

Acqua, luce, gas e telefonia

Conguagli, costi nascosti, contratti non stipulati o bollette esagerate. Se non sai come difenderti contattaci!

Ingiustizia civile

Se non hai una casa o rischi di perderla, se non hai un lavoro e hai bisogno di aiuto. Mafia, malasanità o qualunque altro problema contattaci!

Abbiamo le tasse ma non il lavoro, chi le pagherà?

Share This Post

Share on facebook
Share on linkedin
Share on twitter
Share on email

Ecco-com-e-nato-il-Governo-Letta_h_partb” Altri 4 senatori a vita e si spera non abbastanza perché Letta abbia la maggioranza anche al senato. Senza una valida legge elettorale e in assenza di un governo scelto dal popolo viviamo sotto regime, non militare ma politico. In questo momento di puro pathos sociale nominare 4 senatori che ci costeranno più di un milione di euro all’anno non è vergognoso, ma moralmente criminoso, indecente, una frustata sulla schiena di ogni italiano” Il presidente Marco Paccagnella

Il Sole 24 Ore promuove a pieni voti l’abolizione dell’Imu, esultano le associazioni degli edili in vista dell’abolizione e per gli incentivi sugli acquisti della prima casa da parte di giovani e precari e aiuti per chi non è riuscito a pagare il mutuo. « Esulteremmo anche noi, – fa eco Paccagnella -, se non fosse che all’orizzonte, ben visibile, tale tassa finirà dentro un nuovo contenitore. Più renderemo indefinito il mondo fiscale, più il cittadino subirà l’ingiustizia di costi fantasma. Inoltre, ribadiamo la deficienza degli incentivi. Gli italiani hanno bisogno di lavorare, altrimenti non potranno godere di nessun incentivo. Come avere un mutuo se si è precari o a contratto che scade ogni tre mesi?». La verità è che chi può, sceglie di diventare evasore quando prima non lo era pur di continuare a vivere e lavorare. Che molti sono stanchi di dover dare gran parte del proprio reddito ad uno Stato insaziabile, per gli altri invece, è morte sicura. «Con uno Stato non attento alle esigenze di ognuno, ognuno per non morire di fame intraprende strade non sempre in linea con il regime fiscale, il punto è: hanno alternativa?» La pubblicità ingannevole è reato, e come tale vanno considerate le pluri dichiarazioni dei vari leader di partito e di governo sul finto scontro politico sull’aumento dell’Iva, perchè, è già stato deciso un suo aumento. Non c’entra niente l’abolizione dell’Imu, da qualche anno, in Italia, si è insinuata una pericolosa scuola di pensiero che vuole l’intero apparato pubblico, inteso come amministrazione e servizi pubblici, a totale carico dei contribuenti, non solo, anche molti apparati privati lo sono.Sul reddito degli italiani pesano lo Stato centrale, le regioni, provincie e comuni, poi le scuole, la sanità pubblica con ticket che sfiorano le parcelle dei privati. L’acqua che scorre dai rubinetti continua a nascondere i costi dei privati, inclusi i costi di bonifiche fantasma; l’energia elettrica continua a contenere accise senza motivazione o riscontro sulla società, cosi su i carburanti. Le imposizioni fiscali indirette hanno ormai raggiunto lo stesso carico fiscale delle tasse. Inoltre il taglio dei fondi pubblici è stato attuato solo sui servizi sociali costringendo ogni cittadino a rivolgersi, pagando, agli apparati privati per finire con il pesare sulla dichiarazione dei redditi mettendo a rischio di segnalazione ogni cittadino di ogni fascia. La politica fiscale sembra quindi fatta più per l’evasore che per combatterlo. «Paghiamo una montagna di tasse ingiustificata, siamo chiamati ad anticipare percentuali da capogiro, percentuali di ammortamento che nei primi anni di sviluppo di una impresa costringono a pagare imposte sul reddito che non c’è e ancora l’Irap, che tassa a prescindere dal numero dei lavoratori. La chiacchiera quindi sull’aumento dell’Iva o meno è una farsa bella e buona, una vera e propria pubblicità ingannevole e il fatto si sia ripreso ad emigrare in Germania, che ha un Iva pari al 19%, la dice lunga sulla direzione politica intrapresa prima da Monti e poi da Letta. Non c’è nessuna volontà di rilanciare l’economia partendo dal liberare i consumi. In Italia soltanto la mafia può fare impresa perchè gode di tale potere economico e politico da poter fare il buono e cattivo tempo come e quando vuole». Il numero degli esodati, salvati, è irrisorio. Il 60% dei precari di Italia non sa se tra tre mesi avrà ancora un lavoro con una ricaduta sull’economia spaventosa. Torino è diventata la città più povera di Italia, la Calabria la più colpita in termini di egemonia mafiosa, malasanità, degrado politico e civile.

Non perderti i nostri comunicati

Un consumatore informato è un consumatore tutelato

Le altre notizie

Qualunque sia il tuo problema noi possiamo aiutarti

Bonus 110%, fotovoltaico e impianti di depurazione domestica sono le truffe del momento. Fai attenzione e chiamaci se hai un dubbio!

© 2021 Tutti i diritti riservati - FEDERCONTRIBUENTI Federazione Italiana a tutela dei contribuenti e dei consumatori. Privacy & Cookie Policy