Bonus 110%, fotovoltaico e impianti di depurazione domestica sono le truffe del momento. Fai attenzione e chiamaci se hai un dubbio!

Tutti i tuoi diritti con un click

Fisco, banche, contratti truffaldini e poi malasanità, malagiustizia. Troppi poveri e troppe ingiustizie. E’ora di rompere le catene!

Silenti Enasarco

Perché chi ha versato anche oltre 15 anni di contributi Enasarco alla fine deve perdere tutto?

Multiproprietà

Se sei proprietario di una multiproprietà o l'hai ereditata e non sai come liberartene contattaci senza impegno.

Banche e Fisco

Problemi bancari o fiscali? Sei pieno di debiti e temi possano portarti via tutto? Contattaci senza impegno e ti aiuteremo!

Acqua, luce, gas e telefonia

Conguagli, costi nascosti, contratti non stipulati o bollette esagerate. Se non sai come difenderti contattaci!

Ingiustizia civile

Se non hai una casa o rischi di perderla, se non hai un lavoro e hai bisogno di aiuto. Mafia, malasanità o qualunque altro problema contattaci!

Ai Caf il compito di spingere sulla rottamazione Equitalia.

Share This Post

Share on facebook
Share on linkedin
Share on twitter
Share on email

Estesa ai centri CAF la competenza in materia riscossione debiti fiscali. Federcontribuenti:”nessuna novità, anche prima di questo accordo attraverso i CAF il contribuente poteva chiedere assistenza sulle cartelle Equitalia. L’intento è sempre lo stesso, fare cassa ad ogni costo aumentando i soggetti che pubblicizzano la rottamazione”. Nessuna novità o aiuto concreto ai contribuenti in difficoltà. ”Il rischio di approssimazione potrebbe spingere il contribuente verso il crollo economico”

Secondo una convezione siglata con Equitalia e l’Agenzia delle Entrate i CAF potranno, dietro delega del contribuente, consultare tutte le informazioni relative alla posizione debitoria per le cartelle di pagamento emesse dall’anno 2000 e relativa documentazione; verificare i pagamenti, gli sgravi e le sospensioni, le procedure e i piani di rateizzazione concessi; trasmettere istanze di rateizzazione e ottenere direttamente online il piano di rateizzazione; trasmettere istanze di sospensione legale della riscossione; trasmettere dichiarazioni di adesione alla definizione agevolata ai sensi del D.L. n. 193/2016, convertito con modificazioni dalla Legge n. 225/2016; trasmettere altre istanze, previste dalla normativa che disciplina il servizio nazionale della riscossione, a favore del contribuente.

”Attribuire ai CAF la possibilità di gestire la rottamazione delle cartelle rappresenta l’ennesima ed ulteriore dimostrazione di come questa pseudo forma di condono si sia mostrata in tutta la sua pochezza ed d il numero di istanze presentate dai contribuenti sia largamente inferiore alle attese sperate. Questa convenzione punta a spingere quanti più contribuenti ad aderire ad una rottamazione studiata malissimo e in più a coprire i tagli effettuati agli stessi CAF che potranno tariffare le richieste dei contribuenti. Se il nostro legislatore avesse voluto avrebbe fatto in modo di facilitare la vita ai contribuenti invece di dare in appalto una definizione agevolata che non è decollata perchè non ha tenuto conto della capacità reddituale dei contribuenti in difficoltà”.

Tra le altre cose si sottolinea di come tale rottamazione preveda debiti a ruolo a partire dal 2000 quando la stessa Equitalia come l’Agenzia delle Entrate sono consapevoli che la maggior parte di quei ruoli sono palesemente prescritti e/o inesigibili. ”Come mai negli estratti di ruolo che i contribuenti richiedono ad Equitalia per verificare la loro posizione debitoria e per valutare, la possibilità di rottamare, spuntano cartelle non solo prescritte, ma in precedenza non indicate? Come mai in questi estratti figurano ancora ruoli e cartelle annullate con sentenze passate in giudicato? In altri termini questa rottamazione è stata studiata fuori dai cardini del codice civile e dello Statuto dei Contribuenti e senza attingere dalla Corte di Cassazione”.

Federcontribuenti conclude: ”invitiamo i contribuenti a non cedere al ricatto di uno Stato incapace di tutelare contribuenti in difficoltà e stanare i veri evasori fiscali. Questo è un chiaro tentativo di aumentare la platea degli aderenti, di coprire il taglio previsto per i CAF e di pulire le aule dei tribunali dai tantissimi contenziosi aperti con il fisco”.

Non perderti i nostri comunicati

Un consumatore informato è un consumatore tutelato

Le altre notizie

Qualunque sia il tuo problema noi possiamo aiutarti

Bonus 110%, fotovoltaico e impianti di depurazione domestica sono le truffe del momento. Fai attenzione e chiamaci se hai un dubbio!

© 2021 Tutti i diritti riservati - FEDERCONTRIBUENTI Federazione Italiana a tutela dei contribuenti e dei consumatori. Privacy & Cookie Policy