Bonus 110%, fotovoltaico e impianti di depurazione domestica sono le truffe del momento. Fai attenzione e chiamaci se hai un dubbio!

Tutti i tuoi diritti con un click

Fisco, banche, contratti truffaldini e poi malasanità, malagiustizia. Troppi poveri e troppe ingiustizie. E’ora di rompere le catene!

Silenti Enasarco

Perché chi ha versato anche oltre 15 anni di contributi Enasarco alla fine deve perdere tutto?

Multiproprietà

Se sei proprietario di una multiproprietà o l'hai ereditata e non sai come liberartene contattaci senza impegno.

Banche e Fisco

Problemi bancari o fiscali? Sei pieno di debiti e temi possano portarti via tutto? Contattaci senza impegno e ti aiuteremo!

Acqua, luce, gas e telefonia

Conguagli, costi nascosti, contratti non stipulati o bollette esagerate. Se non sai come difenderti contattaci!

Ingiustizia civile

Se non hai una casa o rischi di perderla, se non hai un lavoro e hai bisogno di aiuto. Mafia, malasanità o qualunque altro problema contattaci!

Come fare di un reato un business: perizie per anatocismo. L’affare del momento

Share This Post

Share on facebook
Share on linkedin
Share on twitter
Share on email

La Federcontribuenti mette in allerta correntisti, soprattutto imprenditori, dalle numerose agenzie che promettono a prezzi stracciati il conteggio dell’anatocismo e possibili rimborsi dalla banca. In molti casi si resta vittime di una truffa ben orchestrata.

 

Queste società sono in continuo aumento e avvicinano l’imprenditore tramite un call center: all’inizio chiedono qualche decina di euro fino a giungere, in poco tempo, a chiederne oltre 4 mila per ottenere la perizia e la procedura legale. Inoltre fanno firmare un contratto che imprigiona il mal capitato che rischia di essere obbligato a pagare quanto meno una penale per la recisione e finire quindi nella rete del recupero credito. Diffidate quindi da chi vi chiede parcelle esorbitanti per periziare i vostri conti e affidatevi a organizzazioni serie, soprattutto, evitate di firmare contratti. L’indicazione del ” prezzo giusto ” ce la dà direttamente il presidente della Federcontribuenti Marco Paccagnella: ” la perizia su un conto corrente di dieci anni non dovrebbe mai superare, per correttezza, le 600 euro ”.

Da anni non si parla d’altro e le denunce per anatocismo e i danni prodotti dal signoraggio, come per il sistema poco ortodosso e molto speculativo praticato dalle banche. L’unico modo per ottenere giustizia è passare per una perizia dei conti correnti per aprire una procedura penale facendo nascere un nuovo metodo di fare business. Queste perizie non sono messe a disposizione dallo Stato, il quale non ritiene sia suo compito garantire diritti e tutela ai cittadini colpiti da pratiche bancarie e di riscossione barbare e scorrette. Con l’aumento delle denunce sono aumentati gli uffici che promettono perizie inattaccabili, peccato, costino un occhio della testa.

L’ anatocismo è quella pratica secondo la quale, le banche, ottengono un guadagno fuori mercato dei capitali “prestati” applicando interessi minori su una base più larga pari al debito residuo e alle quote interessi già pagate. L’anatocismo non è menzionato dal codice penale, per cui chi pratica anatocismo non è punibile col carcere. La banca viene condannata alla scorretta pratica solo rimborsando quanto, illegalmente estorto. In molti casi, i legali della Federcontribuenti, si son trovati davanti a giudici che da un lato condannavano la banca a pagare grosse somme di rimborso all’imprenditore e a questo di pagare quanto dovuto senza anatocismo: senza usufruire della compensazione e portando al fallimento l’azienda vittima di usura bancaria che invece dovrebbe venir rimborsata dalla banca.

L’errore di fondo che commettono molti giudici è un errore di stampo intellettuale, mentre, la cittadinanza subisce una larga disinformazione su un argomento di vitale importanza per molte piccole imprese e famiglie italiane. L’usura è presente nel sistema bancario ufficiale in misura proporzionata alla più comune usura di strada, strozzinaggio. Una battaglia che parte da lontano quella contro la pratica anatocistica e molti passi in avanti si son fatti, però, ancora ci sono ambienti che tendono a sottovalutare, non sempre in buona fede, questo problema che affligge la vita di molti cittadini e che in molti casi a portato fino al suicidio. Politici, sindacalisti, organi di rappresentanza di lavoratori ed imprese, magistrati, giudici, notai, avvocati e giornalisti; per molti di loro la questione “anatocismo” non ha alcuna conseguenza pratica nei vari tipi di prestito (mutui, fidi, cessioni del quinto, prestiti personali, ecc…) effettuati dagli istituti bancari o dalle società finanziarie e questo crea un pericoloso muro di gomma che lascia rimbalzare diritti e legalità. Le banche hanno ormai raggiunto un tale grado di potere e sono talmente imperanti nel mondo dell’alta finanza da aver ridisegnato a loro immagine e somiglianza la classe politica con effetti devastanti oggi sotto gli occhi di noi tutti.

Non perderti i nostri comunicati

Un consumatore informato è un consumatore tutelato

Le altre notizie

Qualunque sia il tuo problema noi possiamo aiutarti

Bonus 110%, fotovoltaico e impianti di depurazione domestica sono le truffe del momento. Fai attenzione e chiamaci se hai un dubbio!

© 2021 Tutti i diritti riservati - FEDERCONTRIBUENTI Federazione Italiana a tutela dei contribuenti e dei consumatori. Privacy & Cookie Policy