Bonus 110%, fotovoltaico e impianti di depurazione domestica sono le truffe del momento. Fai attenzione e chiamaci se hai un dubbio!

Tutti i tuoi diritti con un click

Fisco, banche, contratti truffaldini e poi malasanità, malagiustizia. Troppi poveri e troppe ingiustizie. E’ora di rompere le catene!

Silenti Enasarco

Perché chi ha versato anche oltre 15 anni di contributi Enasarco alla fine deve perdere tutto?

Multiproprietà

Se sei proprietario di una multiproprietà o l'hai ereditata e non sai come liberartene contattaci senza impegno.

Banche e Fisco

Problemi bancari o fiscali? Sei pieno di debiti e temi possano portarti via tutto? Contattaci senza impegno e ti aiuteremo!

Acqua, luce, gas e telefonia

Conguagli, costi nascosti, contratti non stipulati o bollette esagerate. Se non sai come difenderti contattaci!

Ingiustizia civile

Se non hai una casa o rischi di perderla, se non hai un lavoro e hai bisogno di aiuto. Mafia, malasanità o qualunque altro problema contattaci!

Acconti fiscali e rate decadute. Corto circuito sull’industria italiana

Share This Post

Share on facebook
Share on linkedin
Share on twitter
Share on email

Irpef Ires, Irap e Iva ma anche studi di settore. Finisce la pausa fiscale alla quale hanno aderito Erario e Equitalia. Un acconto che vale 23 miliardi più altri 3,7 miliardi ipotizzati per il rientro di debiti fiscali decaduti dal beneficio della rateizzazione. Nessun aumento di tasse per le compagnie aeree.

L’eliminazione di gran parte dei diritti dei lavoratori sta attirando investitori da sempre sotto accusa per come trattano i propri lavoratori e il tutto a discapito delle aziende sane costrette ad una concorrenza sleale. L’industria italiana intesa come forza economica e capacità di produrre ogni genere di servizio e prodotto di consumo è oggi rappresentata solo da qualche bottega sopravvissuta al crollo epocale di un fenomeno che ci ha reso famosi nel mondo. Anche grazie all’indifferenza della nuova, eternauta, generazione.

Si chiedono contemporaneamente gli acconti fiscali previsti nel periodo più le rimanenze per vedersi concedere il DURC, documento obbligatorio per chi vuole lavorare, e la sospensione dei fermi amministrativi sui veicoli. Federcontribuenti: ”I messi notificatori sono già partiti alla volta delle case di migliaia di contribuenti, i quali, – a torto o a ragione – si sono concessi giorni di villeggiatura; forse dovevano restare a casa e risparmiare in vista delle scadenze fiscali?”.

Tra le principali misure, la riammissione ai piani di rateizzazione delle cartelle di Equitalia e ai piani di pagamento dilazionato per chi ha aderito agli accertamenti delle Entrate. La rata non sarà inferiore alle 50 euro mensili.

Per ricadere nell’inferno dei debitori incalliti ed espropriati di ogni bene e diritto bastano 2 rate non saldate anche consecutive.

Il presidente Marco Paccagnella, ”a nuocere sono soprattutto gli acconti fiscali per un anno di lavoro ancora da svolgere. Acconti visti sempre al rialzo a causa degli studi di settore programmati con parametri fuori dalla realtà. Una politica a metà: se non si alzano le tasse per le compagnie aeree affinché restino in Italia, perchè non rivedere il sistema fiscale per artigiani e piccole imprese affinché continuino a produrre posti di lavoro e benefici per il Paese?”.

Federcontribuenti invita i contribuenti che hanno aderito agli accertamenti da parte della Agenzia delle Entrate e coloro che aderiranno alle nuove proposte di rateizzazione da parte di Equitalia di stare in campana, ‘‘occhio al calcolo occulto degli interessi applicati, in caso di dubbio non esitate a contattarci”.

Non perderti i nostri comunicati

Un consumatore informato è un consumatore tutelato

Le altre notizie

Qualunque sia il tuo problema noi possiamo aiutarti

Bonus 110%, fotovoltaico e impianti di depurazione domestica sono le truffe del momento. Fai attenzione e chiamaci se hai un dubbio!

© 2021 Tutti i diritti riservati - FEDERCONTRIBUENTI Federazione Italiana a tutela dei contribuenti e dei consumatori. Privacy & Cookie Policy