Bonus 110%, fotovoltaico e impianti di depurazione domestica sono le truffe del momento. Fai attenzione e chiamaci se hai un dubbio!

Tutti i tuoi diritti con un click

Fisco, banche, contratti truffaldini e poi malasanità, malagiustizia. Troppi poveri e troppe ingiustizie. E’ora di rompere le catene!

Silenti Enasarco

Perché chi ha versato anche oltre 15 anni di contributi Enasarco alla fine deve perdere tutto?

Multiproprietà

Se sei proprietario di una multiproprietà o l'hai ereditata e non sai come liberartene contattaci senza impegno.

Banche e Fisco

Problemi bancari o fiscali? Sei pieno di debiti e temi possano portarti via tutto? Contattaci senza impegno e ti aiuteremo!

Acqua, luce, gas e telefonia

Conguagli, costi nascosti, contratti non stipulati o bollette esagerate. Se non sai come difenderti contattaci!

Ingiustizia civile

Se non hai una casa o rischi di perderla, se non hai un lavoro e hai bisogno di aiuto. Mafia, malasanità o qualunque altro problema contattaci!

Ai locali i fondi per la ricostruzione e rinascita. Basta intermediari, basta lucro

Share This Post

Share on facebook
Share on linkedin
Share on twitter
Share on email

Federcontribuenti, ”offendono i sopravvissuti e ancor più le vittime del terribile terremoto le parole di uomini di Stato che vedrebbero l’abbandono degli antichi borghi medievali per la nascita di bruttissime new town come all’Aquila. Gli esperti collaborino alla rinascita e non al crollo definitivo dell’Italia”. Mancano i fondi? Utilizziamo i montepremi dei giochi di Stato.

I terremoti non si possono prevenire, i borghi medievali non si possono evacuare, sarebbe una lesione mortale alla nostra identità al nostro patrimonio culturale e storico, occorre tuttavia fermare il moto perpetuo tipicamente italiano del – passato il Santo passata la festa – Federcontribuenti ”il nostro dovere è ridare speranza ai sopravvissuti”. Gli esperti pagati dai contribuenti hanno il dovere di applicare l’ingegneria sismica al patrimonio architettonico storico e artistico di Italia: un lavoro meno costoso della ricostruzione, una questione di volontà e priorità politica. ”Paragonare l’Italia al Giappone o alla California poi non ha nulla di sensato o di utile e quando a farlo sono gli esperti pagati dai contribuenti italiani, quale compito dovrebbe essere di prevenire e mettere in sicurezza la nostra terra e le nostre case è ancor meno sopportabile”.

Non crollano solo le case costruite ad inizio secolo, ma anche strutture pubbliche, come scuole, ospedali e comuni costruiti in tempi recentissimi, ma quando a vincere gli appalti sono società dalla dubbia provenienza questo è il risultato. A terra materiale di risulta edilizia. ”Ricordiamo che sono crollati balconi delle casette nuove dell’Aquila”. Il prezzo della corruzione.

L’Italia è un solo grande centro storico, un museo a cielo aperto e quello che dobbiamo fare ora è mettere in moto le mani e il cervello al posto della lingua.

Cosa fare quindi per azzerare le lancette della morte dell’Aquila e delle zone colpite dal terremoto nel Lazio e nelle Marche? ” A questi cittadini dobbiamo ridare il loro borgo, la loro casa, la loro vita. Ricostruire una copia fedele all’originale con criteri antisismici e con tempi rapidi e non sospetti. Assumere per la ricostruzione società e lavoratori locali in modo di rimettere in piedi l’economia distrutta e dare la possibilità ai sopravvissuti di rialzarsi con dignità”. Al contempo gli esperti assunti dal governo si occupino di adeguare tutta l’Italia, ”adottare misure di ingegneria sismica non significa buttare giù palazzi storici e farli da capo, significa mettere in campo la volontà morale di adempiere al proprio compito istituzionale”.

In Italia abbiamo 260 borghi medievali. Sono la nostra storia, il nostro patrimonio culturale, il nostro vanto mondiale, ‘‘chi parla di evacuarli, di raderli al suolo perchè pericolosi è un incosciente e un ingrato. Lo sciacallaggio arriva prima di ogni aiuto, viscido e raccapricciante avvelena ogni germoglio di pace”.

Conclude il presidente Paccagnella, ”ci aspettiamo dalla riunione del Consiglio dei Ministri una discontinuità con la vecchia politica. Si deve istituire un tavolo operativo a livello nazionale e investirlo di ogni responsabilità futura. Un gruppo operativo che si occupi di mappare ogni casa privata e edificio pubblico, capace di attivarsi localmente per adeguare strutture non idonee anche promettendo un taglio fiscale ai proprietari privati di pari costo. Strade, ponti, strutture recettive. Possiamo solo limitare la forza devastante di un terremoto e dobbiamo farlo”.

Non perderti i nostri comunicati

Un consumatore informato è un consumatore tutelato

Le altre notizie

Qualunque sia il tuo problema noi possiamo aiutarti

Bonus 110%, fotovoltaico e impianti di depurazione domestica sono le truffe del momento. Fai attenzione e chiamaci se hai un dubbio!

© 2021 Tutti i diritti riservati - FEDERCONTRIBUENTI Federazione Italiana a tutela dei contribuenti e dei consumatori. Privacy & Cookie Policy