Bonus 110%, fotovoltaico e impianti di depurazione domestica sono le truffe del momento. Fai attenzione e chiamaci se hai un dubbio!

Tutti i tuoi diritti con un click

Fisco, banche, contratti truffaldini e poi malasanità, malagiustizia. Troppi poveri e troppe ingiustizie. E’ora di rompere le catene!

Silenti Enasarco

Perché chi ha versato anche oltre 15 anni di contributi Enasarco alla fine deve perdere tutto?

Multiproprietà

Se sei proprietario di una multiproprietà o l'hai ereditata e non sai come liberartene contattaci senza impegno.

Banche e Fisco

Problemi bancari o fiscali? Sei pieno di debiti e temi possano portarti via tutto? Contattaci senza impegno e ti aiuteremo!

Acqua, luce, gas e telefonia

Conguagli, costi nascosti, contratti non stipulati o bollette esagerate. Se non sai come difenderti contattaci!

Ingiustizia civile

Se non hai una casa o rischi di perderla, se non hai un lavoro e hai bisogno di aiuto. Mafia, malasanità o qualunque altro problema contattaci!

Hai vinto un viaggio? Attento alle pentole e alla finanziaria.

Share This Post

Share on facebook
Share on linkedin
Share on twitter
Share on email

Arriva la classica e simpatica telefonata che, a fronte di un buono viaggio estratto a sorte, invita il consumatore in un albergo o a ricevere a domicilio la visita di un incaricato. Federcontribuenti:

”Ti dicono di firmare la ricevuta dell’avvenuta consegna del buono viaggio ma poi ricevi a domicilio uno scatolame al costo di 8 mila euro”. L’Associazione segnala il caso mentre acquisisce ulteriori prove. ”Faremo i nomi al fine di informare maggiormente i consumatori”.

Il buono viaggio di una settimana viene utilizzato come specchietto per le allodole.

Durante la visita ai consumatori vengono presentati tutta una serie di piccoli elettrodomestici ulteriormente in omaggio: televisioni a schermo piatto, lavatrici, frigoriferi, materassi memory, smarthphone..

Gli omaggi saranno loro se acquistano un set di pentole alla modica cifra di 8 mila euro pagabili con piccole rate mensili. ”Anche se il consumatore dice no, potrebbe essere convinto a firmare la consegna del buono viaggio, modulo che invece nasconde il contratto di acquisto. Così, a distanza di giorni – per allontanare il consumatore dai termini per il recesso – arriva a domicilio uno scatolo con dentro cianfrusaglie di poco valore acquistate, però a 8 mila euro con una finanziaria compiacente a 150 euro mensili e un tasso di interesse all’8%”.

Talvolta nella scatola si trovano libri di cucina e anche sulla bolla di acquisto si legge libri.

”Ci è stato segnalato da attenti consumatori e confermato da qualche venditore pentito, che nel contratto/ordine effettuato, spunta anche una bella enciclopedia e qui c’è l’evasione fiscale piena, perché nel documento fiscale che viene poi fornito successivamente alla vendita e dopo che l’azienda venditrice ha incassato l’assegno dalla società finanziaria si scopre che il materiale oggetto della vendita è proprio l’enciclopedia che tra l’altro non è soggetta ad IVA come prodotto editoriale e tutti gli altri oggetti vengono “aggiunti” come omaggi sull’acquisto. Il paradosso è che l’azienda venditrice può anche richiedere il rimborso dell’IVA”.

Il buono viaggio.

”Non è altro che un buono soggiorno valevole per 7 giorni e vale solo per il pernottamento, mentre tutto il resto è a pagamento e inoltre, durante questi soggiorni si viene bombardati a più riprese da altri venditori presenti in struttura e qualcuno è tornato a casa con una multiproprietà pagata 17 mila euro”.

Consigli al consumatore.

”Ricordiamo ai consumatori che esiste una legge sul recesso incondizionato che è molto efficace anche dopo i 14 giorni canonici previsti dalla legge ove si ravvedano condizioni vessatorie del contratto d’acquisto. Inoltre è possibile agire anche sulla finanziaria ottenendo indietro il denaro versato”.

L’Associazione intanto informerà il Garante della concorrenza e del mercato.

Ti convincono con una telefonata, ti strappano un appuntamento per mostrarti a domicilio o radunati in un albergo in zona, merce a buon mercato – dalle pentole ai piccoli elettrodomestici e ai materassi – e poi prima di andare via ti porgono un foglio da firmare: “solo una formalità, per la consegna del catalogo”, dicono. Chi, preso alla sprovvista, firma senza leggere, sottoscrive un vero e proprio contratto di acquisto da migliaia di euro. Questa, con qualche differenza, è la truffa che in questi mesi sta mietendo centinaia di vittime in tutta Italia.

Non perderti i nostri comunicati

Un consumatore informato è un consumatore tutelato

Le altre notizie

Qualunque sia il tuo problema noi possiamo aiutarti

Bonus 110%, fotovoltaico e impianti di depurazione domestica sono le truffe del momento. Fai attenzione e chiamaci se hai un dubbio!

© 2021 Tutti i diritti riservati - FEDERCONTRIBUENTI Federazione Italiana a tutela dei contribuenti e dei consumatori. Privacy & Cookie Policy