Bonus 110%, fotovoltaico e impianti di depurazione domestica sono le truffe del momento. Fai attenzione e chiamaci se hai un dubbio!

Tutti i tuoi diritti con un click

Fisco, banche, contratti truffaldini e poi malasanità, malagiustizia. Troppi poveri e troppe ingiustizie. E’ora di rompere le catene!

Silenti Enasarco

Perché chi ha versato anche oltre 15 anni di contributi Enasarco alla fine deve perdere tutto?

Multiproprietà

Se sei proprietario di una multiproprietà o l'hai ereditata e non sai come liberartene contattaci senza impegno.

Banche e Fisco

Problemi bancari o fiscali? Sei pieno di debiti e temi possano portarti via tutto? Contattaci senza impegno e ti aiuteremo!

Acqua, luce, gas e telefonia

Conguagli, costi nascosti, contratti non stipulati o bollette esagerate. Se non sai come difenderti contattaci!

Ingiustizia civile

Se non hai una casa o rischi di perderla, se non hai un lavoro e hai bisogno di aiuto. Mafia, malasanità o qualunque altro problema contattaci!

L’unica cosa ad essere rottamati sono i diritti del cittadino

Share This Post

Share on facebook
Share on linkedin
Share on twitter
Share on email

riformapolitica«Uno spot senza valore». Così il presidente di Federcontribuenti, Paccagnella, definisce l’ultimo provvedimento sulle cartelle esattoriali di Equitalia. Lo scorso 23 dicembre finisce nella legge di stabilità “la rottamazione delle cartelle esattoriali”, per il responsabile dell’ufficio legale, avv. Forcellino, «fumo negli occhi dei tanti contribuenti». La rottamazione della cartelle è disciplinata dai commi che vanno dal 618 al 624 della legge di stabilità; queste norme prevedono la possibilità di pagare le somme iscritte a ruolo fino al 31 ottobre 2013 senza la corresponsione degli interessi e senza gli interessi di mora ; il che significa che sulle spalle del contribuente resteranno le sanzioni e soprattutto, l’aggio per l’agente della riscossione. «Il contribuente che vorrà aderire al beneficio previsto dalla legge di stabilità sarà costretto a pagare, in una unica soluzione, entro e non oltre la data del 28 febbraio 2014». Come possono i redattori di questa normativa ipotizzare che i contribuenti italiani cui redditi, grazie ai nuovi rincari e nuove tasse son stati falcidiati, possano riuscire a pagare in una unica soluzione il debito dovuto nell’80% dei casi ad una politica fiscale criminale?«Invece di mettere mano ad una seria e profonda riforma del sistema della riscossione, – conclude Paccagnella -, si è preferito ancora una volta proseguire sulla strada intrapresa delle scelte irragionevoli ed assurde, soprattutto, non orientate a garantire la ripresa economica. Infatti, Equitalia potrà continuare a riscuotere i tributi locali per tutto il 2014 sebbene la precedente normativa lo avesse escluso. Per tali motivi stiamo lavorando alla costituzione di un movimento libero volto alla riqualificazione del sistema politico, fiscale, economico e sociale».

Non perderti i nostri comunicati

Un consumatore informato è un consumatore tutelato

Le altre notizie

Qualunque sia il tuo problema noi possiamo aiutarti

Bonus 110%, fotovoltaico e impianti di depurazione domestica sono le truffe del momento. Fai attenzione e chiamaci se hai un dubbio!

© 2021 Tutti i diritti riservati - FEDERCONTRIBUENTI Federazione Italiana a tutela dei contribuenti e dei consumatori. Privacy & Cookie Policy