Bonus 110%, fotovoltaico e impianti di depurazione domestica sono le truffe del momento. Fai attenzione e chiamaci se hai un dubbio!

Tutti i tuoi diritti con un click

Fisco, banche, contratti truffaldini e poi malasanità, malagiustizia. Troppi poveri e troppe ingiustizie. E’ora di rompere le catene!

Silenti Enasarco

Perché chi ha versato anche oltre 15 anni di contributi Enasarco alla fine deve perdere tutto?

Multiproprietà

Se sei proprietario di una multiproprietà o l'hai ereditata e non sai come liberartene contattaci senza impegno.

Banche e Fisco

Problemi bancari o fiscali? Sei pieno di debiti e temi possano portarti via tutto? Contattaci senza impegno e ti aiuteremo!

Acqua, luce, gas e telefonia

Conguagli, costi nascosti, contratti non stipulati o bollette esagerate. Se non sai come difenderti contattaci!

Ingiustizia civile

Se non hai una casa o rischi di perderla, se non hai un lavoro e hai bisogno di aiuto. Mafia, malasanità o qualunque altro problema contattaci!

Monte dei Paschi di Siena condannata per anatocismo: dovrà risarcire il cliente per oltre cento mila euro.

Share This Post

Share on facebook
Share on linkedin
Share on twitter
Share on email

Altra significativa vittoria in materia di anatocismo bancario. Il Tribunale di Salerno – sezione distaccata di Cava de’ Tirreni – ha condannato la Banca Monte dei Paschi di Siena a restituire ad una società rappresentata e difesa dall’avv. Francescopaolo Sellitti, ( responsabile della Federcontribuenti di Nocera Inferiore), al pagamento di una somma superiore a centomila euro: somma indebitamente percepita a titolo di interessi anatocistici e commissioni di massimo scoperto. Nella chiara ed esaustiva motivazione della predetta sentenza, il Giudice ha preliminarmente rimarcato e censurato la nullità della clausola contrattuale, inserita arbitrariamente nel contratto di apertura di credito in conto corrente, escludendo che la capitalizzazione trimestrale degli interessi anatocistici fosse consentita da alcun uso normativo, dichiarandone, quindi, la nullità per violazione dell’art. 1283 del codice civile. Nella motivazione il Giudice si è anche pronunciato sul termine per richiedere la restituzione di quanto illegittimamente percepito a titolo di interessi anatocistici e commissioni di massimo scoperto, ricordando che, per unanime giurisprudenza, la prescrizione decennale prevista per queste azioni, decorre “unicamente a data dalla chiusura definitiva del rapporto di conto corrente, trattandosi di un contratto unitario che da luogo ad un unico rapporto giuridico, anche se articolato in una pluralità di atti esecutivi, sicché è solo con la chiusura del conto che si stabiliscono definitivamente i crediti ed i debiti delle parti tra loro”. Federcontribuenti Campania invita, gli utenti bancari che hanno utilizzato o utilizzano uno scoperto di conto corrente a far periziare i loro estratti conto al fine di determinare l’ammontare del loro credito nei confronti dei vari istituti bancari. Conclude il presidente regionale, avvocato Forcellino: – la sentenza è la n. 40/2012 e non è mai stata appellata dalla banca che ha provveduto a pagare
quanto dovuto alla società -.

Non perderti i nostri comunicati

Un consumatore informato è un consumatore tutelato

Le altre notizie

Qualunque sia il tuo problema noi possiamo aiutarti

Bonus 110%, fotovoltaico e impianti di depurazione domestica sono le truffe del momento. Fai attenzione e chiamaci se hai un dubbio!

© 2021 Tutti i diritti riservati - FEDERCONTRIBUENTI Federazione Italiana a tutela dei contribuenti e dei consumatori. Privacy & Cookie Policy