Multiproprietà: intervistati 1.500 proprietari

  Federcontribuenti ha svolto una indagine sulle problematiche legate al mondo delle multiproprietà intervistando 1.500 proprietari. Il 79% degli intervistati non è per nulla soddisfatto dell’acquisto fatto; l‘82% lamenta gli elevati costi di manutenzione e gestione della multiproprietà e la difficoltà nel cedere la propria quota; il 94% afferma di volersi liberare della multiproprietà. La rilevazione è stata condotta nel periodo ottobre-dicembre 2013.

L’Italia è stata una meta molto acquistata negli anni ’80 (90,0%) passando al 43,3% degli acquisti negli anni ’90 fino al 37% degli anni 2000 ed alla quasi totalità di acquisti negli ultimi anni.

Nello specifico si è esaminata la gestione di un complesso turistico in multiproprietà composto da 50 alloggi in una nota località turistica montana, distinguiamo 2 bilanci:

  • Bilancio della gestione ordinaria globale quantificato in € 2.017.631,00
  • Bilancio per il fondo di accantonamento quantificato in € 500.000,00

Posto che ogni singola settimana spende € 791,00 solamente per la gestione ordinaria, moltiplicato per le 51 settimane fruibili, ogni singola unità abitativa ha un costo annuo di 40.352,00 euro a cui dovremo aggiungere le spese per la gestione straordinaria del singolo appartamento: 196,00 euro a settimana di multiproprietà che moltiplicato per 51 settimane fruibili dà altri € 10.000,00 per appartamento.

Concludendo, ogni singola settimana ha un costo di € 987,00 da moltiplicare sempre per le 51 settimane fruibili arrivando ad una spesa di gestione di € 49.350,00 ad appartamento per anno, a cui si aggiungono spesso le quote dei multiproprietari in mora nei pagamenti, il cui ammontare può raggiungere l’astronomica cifra di oltre € 1.600.000,00 di passività condominiale che, nella molto probabile ipotesi di mancato recupero, dovrà essere posta pro quota a carico dei multiproprietari paganti.

In sostanza, normalmente, una famiglia italiana di quattro persone, vivendo in un appartamento di circa 80 metri quadrati, paga tra le spese dell’unità immobiliare e le spese condominiali circa € 5.000,00 all’anno; considerando che, oltre a tutte le utenze, alle spese condominiali, al riscaldamento sono stati considerati pure l’eventuale manutenzione per guasti, le spese del telefono, internet, pulizie domestiche otteniamo un importo di circa € 100,00 a settimana, ovvero € 400,00 al mese, mentre il multiproprietario per una sola settimana ne paga € 1.000,00 ovvero € 4.000,00 mensili; la cifra diventa astronomica se viene moltiplicata per le 51 settimane fruibili.

L’indagine si è resa necessaria dopo le continue segnalazioni giunte alla Federcontribuenti da parte di vari multiproprietari riguardo all’insoddisfazione dell’utilizzo del prodotto acquistato e soprattutto del continuo e apparentemente ingiustificato aumento dei costi di manutenzione.

Il campione intervistato risiede su tutto il territorio nazionale.

Il multiproprietario è solitamente un cittadino ingannato, è infatti solo dopo la firma del contratto che viene a conoscenza di tutte queste problematiche e quando lo scopre capisce anche come risulti difficile e costoso liberarsi della multiproprietà.  

Lascia un commento