Bonus 110%, fotovoltaico e impianti di depurazione domestica sono le truffe del momento. Fai attenzione e chiamaci se hai un dubbio!

Tutti i tuoi diritti con un click

Fisco, banche, contratti truffaldini e poi malasanità, malagiustizia. Troppi poveri e troppe ingiustizie. E’ora di rompere le catene!

Silenti Enasarco

Perché chi ha versato anche oltre 15 anni di contributi Enasarco alla fine deve perdere tutto?

Multiproprietà

Se sei proprietario di una multiproprietà o l'hai ereditata e non sai come liberartene contattaci senza impegno.

Banche e Fisco

Problemi bancari o fiscali? Sei pieno di debiti e temi possano portarti via tutto? Contattaci senza impegno e ti aiuteremo!

Acqua, luce, gas e telefonia

Conguagli, costi nascosti, contratti non stipulati o bollette esagerate. Se non sai come difenderti contattaci!

Ingiustizia civile

Se non hai una casa o rischi di perderla, se non hai un lavoro e hai bisogno di aiuto. Mafia, malasanità o qualunque altro problema contattaci!

Rischio pensioni? Parliamo del mistero delle 200 voci di spesa dell’INPS

Share This Post

Share on facebook
Share on linkedin
Share on twitter
Share on email

inpsVorremmo conoscere le 200 voci circa nel libro paga dell’Inps: Mastrapasqua ha parlato di 400 miliardi di euro. Il gran numero di attività svolte dall’Istituto è testimoniato dalle cifre prese dal sito istituzionale: 41,8 milioni di utenti; 23,8 milioni di lavoratori (l’82% della popolazione occupata in Italia); 1,4 milioni di imprese; 16,6 milioni di pensionati; 23 milioni di pensioni erogate ogni mese, compresi i trattamenti agli invalidi civili; 4 milioni di persone che ricevono prestazioni a sostegno del reddito; 10,4 miliardi di euro spesi ogni anno per il sostegno alla famiglia; 19,1 miliardi di euro spesi ogni anno per il sostegno del reddito.

Oltre 2 miliardi di euro per la cassa integrazione nel 2012, destinata la cifra a crescere nel 2013. Nel 2012 l’importo delle pensioni, complessive, si è avvicinato a quota 249,030 miliardi di euro, circa un terzo del totale della spesa pubblica (809 miliardi), circa il 16% del Pil (1.588 miliardi). Ci mancano dei dati, voci di spesa difficili da reperire, argomenti da più interrogazioni parlamentari, da commissione di inchiesta. Inoltre, gli enti non versano da mesi i contributi per i propri dipendenti, da non dimenticare l’accorpamento con l’Inpdap e i suoi oltre 10 miliardi di disavanzo. Il mistero degli esodati. Errori strutturali gravissimi che rischiano di far precipitare la situazione mettendo a rischio le pensioni. Gli enti locali continuano ad indebitarsi, la disoccupazione e le imprese fatte fallire diminuiscono le entrate. Sostenere la spesa dei contributi pensionistici è diventato difficile per chiunque e non è pensabile attuare nuove manovre repressive. Per prima cosa bisogna far rientrare i contributi non versati dagli enti, anche pignorando gli stipendi dei responsabili così come avviene per i contribuenti, comuni mortali. Obbligare le grandi aziende che delocalizzano, a pagare pesanti penali, creando un fondo per la cassa integrazione. Bisogna impedire alle piccole e medie imprese di chiudere o venir confiscate dalle banche o da Equitalia. Tanto basta per tamponare l’oblio, in seguito, ideare una drastica riforma del sistema pensionistico in Italia. L’Inps non deve produrre guadagno, tanto meno avere un disavanzo, se ciò avviene, come ci appare chiaro, prima di dar voce ad idee di riforma, bisogna conoscere per intero le voci di spesa dell’ente previdenziale.

Non perderti i nostri comunicati

Un consumatore informato è un consumatore tutelato

Le altre notizie

Qualunque sia il tuo problema noi possiamo aiutarti

Bonus 110%, fotovoltaico e impianti di depurazione domestica sono le truffe del momento. Fai attenzione e chiamaci se hai un dubbio!

© 2021 Tutti i diritti riservati - FEDERCONTRIBUENTI Federazione Italiana a tutela dei contribuenti e dei consumatori. Privacy & Cookie Policy