Bonus 110%, fotovoltaico e impianti di depurazione domestica sono le truffe del momento. Fai attenzione e chiamaci se hai un dubbio!

Tutti i tuoi diritti con un click

Fisco, banche, contratti truffaldini e poi malasanità, malagiustizia. Troppi poveri e troppe ingiustizie. E’ora di rompere le catene!

Silenti Enasarco

Perché chi ha versato anche oltre 15 anni di contributi Enasarco alla fine deve perdere tutto?

Multiproprietà

Se sei proprietario di una multiproprietà o l'hai ereditata e non sai come liberartene contattaci senza impegno.

Banche e Fisco

Problemi bancari o fiscali? Sei pieno di debiti e temi possano portarti via tutto? Contattaci senza impegno e ti aiuteremo!

Acqua, luce, gas e telefonia

Conguagli, costi nascosti, contratti non stipulati o bollette esagerate. Se non sai come difenderti contattaci!

Ingiustizia civile

Se non hai una casa o rischi di perderla, se non hai un lavoro e hai bisogno di aiuto. Mafia, malasanità o qualunque altro problema contattaci!

L’euro pensiero: Salviamo le persone, non le banche

Share This Post

Share on facebook
Share on linkedin
Share on twitter
Share on email

espac3b1a-1jpg” Rescatamos a personas no a los bancos ” Letteralmente significa: ‘‘ Salviamo le persone, non le banche ”. Spazi collettivi di solidarietà dove la persona viene messa sopra al bisogno di difendere gli interessi bancari e con essi quelli dello Stato. Succede in Spagna dove il contribuente al pari di quello italiano subisce sfratti e pignoramenti e vessazioni. In una Spagna dove prima i fabbri e ora i pompieri, uniti e solidali, si stanno rifiutando di partecipare agli sfratti forzati. In Italia, invece, leggiamo la nota dei dipendenti Equitalia, stanchi e arrabbiati con i loro stessi padroni, che prima li hanno armati e che ora li indicano come strozzini, carnefici, responsabili della rabbia della classe civile e dei suicidi. Stesso problema e disagio, due modi di reagire. In Spagna si solidarizza con il più debole, in Italia, si polemizza, si scrivono inutili note senza incidere sul meccanismo vessatorio. Sarebbe una cattiva idea per i dipendenti Equitalia organizzare uno sciopero di massa? Rifiutarsi di eseguire gli ordini? Solidarizzare con i tanti poveri malcapitati? 8.500 dipendenti infuriati contro chi gli fabbrica armi di distruzione di massa, dove la dignità umana non viene riconosciuta, dove riuscire a portar via fino all’ultimo centesimo diventa di primaria importanza. Equitalia, il bersaglio perfetto in questa campagna elettorale e chi la spara più grossa toglie voti agli avversari. Non vorremmo mai arrivare a pensare che, gran parte di questo rastrellamento a danno dei contribuenti italiani, serva per coprire certe scadenze che lo Stato italiano ha nei confronti di altri Stati o istituti finanziari: lo abbiamo detto più volte, da noi, il rating, lo da Equitalia. Ricordiamo che chi finisce nella ragnatela di Equitalia è chi le tasse le ha sempre pagate, l’evasore non figura in nessun archivio, in nessun registro. L’evasore non ha mai pagato l’Irap, l’Irpef, i contributi previdenziali, la tassa sulla spazzatura, ha macchine con targhe estere e quindi non paga nemmeno la contravvenzione. Poi ci sono i contribuenti: in Italia il prelievo statale sulle buste paga raggiunge la cifra record di 53,5%, contro una media Ocse del 35,3%; la pressione totale sulle imprese è del 68% contro il 43% medio dell’Ocse. È qui, sulle aziende e sul lavoro, che il peso del fisco raggiunge record mondiali e dove è più facile incappare nelle barbarie di banche o Equitalia. È qui, dunque, che vanno concentrati gli sgravi. Onde ad una riforma strutturale del sistema della riscossione.

Roma 16 marzo

Non perderti i nostri comunicati

Un consumatore informato è un consumatore tutelato

Le altre notizie

Qualunque sia il tuo problema noi possiamo aiutarti

Bonus 110%, fotovoltaico e impianti di depurazione domestica sono le truffe del momento. Fai attenzione e chiamaci se hai un dubbio!

© 2021 Tutti i diritti riservati - FEDERCONTRIBUENTI Federazione Italiana a tutela dei contribuenti e dei consumatori. Privacy & Cookie Policy