Bonus 110%, fotovoltaico e impianti di depurazione domestica sono le truffe del momento. Fai attenzione e chiamaci se hai un dubbio!

Tutti i tuoi diritti con un click

Fisco, banche, contratti truffaldini e poi malasanità, malagiustizia. Troppi poveri e troppe ingiustizie. E’ora di rompere le catene!

Silenti Enasarco

Perché chi ha versato anche oltre 15 anni di contributi Enasarco alla fine deve perdere tutto?

Multiproprietà

Se sei proprietario di una multiproprietà o l'hai ereditata e non sai come liberartene contattaci senza impegno.

Banche e Fisco

Problemi bancari o fiscali? Sei pieno di debiti e temi possano portarti via tutto? Contattaci senza impegno e ti aiuteremo!

Acqua, luce, gas e telefonia

Conguagli, costi nascosti, contratti non stipulati o bollette esagerate. Se non sai come difenderti contattaci!

Ingiustizia civile

Se non hai una casa o rischi di perderla, se non hai un lavoro e hai bisogno di aiuto. Mafia, malasanità o qualunque altro problema contattaci!

Federcontribuenti istituisce la sua black list e ci iscrive l’AEEG

Share This Post

Share on facebook
Share on linkedin
Share on twitter
Share on email

È ipotizzabile oggi per una famiglia italiana o anche solo per un cittadino, vivere in una casa senza energia elettrica e gas?  Eppure può accadere, grazie al cattivo ruolo svolto dall’AEEG, (Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas ) che invece di indagare sui continui aumenti e sulle fatture non sempre trasparenti delle varie compagnie decide di creare una banca dati con i nomi dei cattivi pagatori. Finire nella banca dati è facile, basta qualche bolletta pagata in ritardo e visti i venti eterni della crisi è facile tardare una fattura. Si denuncia anche il cattivo servizio delle Poste che ormai usa consegnare con grave ritardo le stesse bollette. Una volta finiti in questa banca dati nessun operatore accetterà di allacciare all’utente energia o gas.

La Federcontribuenti chiederà formalmente all’AEEG di occuparsi dei soli compiti assegnatigli con la legge istituita nel 1995: «garantire la promozione della concorrenza e dell’efficienza nel settore dei servizi di pubblica utilità, assicurandone la fruibilità e la diffusione in modo omogeneo sull’intero territorio nazionale, definendo un sistema tariffario certo, trasparente e basato su criteri predefiniti, promuovendo la tutela degli interessi di utenti e consumatori».

L’altra azione che intraprenderà la Federcontribuenti sarà di chiedere con formula scritta al segretario del Pd, Bersani, chi deve assicurarsi che il decreto da lui fermamente voluto quando era ministro dell’industria, vale a dire, il dl del marzo 1999 n.79 inerente alla liberalizzazione del mercato dell’energia elettrica, venga attuato, considerato che tutte le compagnie attuano lo stesso tariffario, uccidendo la libera concorrenza e obbligando i cittadini a subire poteri incontrollabili oltre che tariffari con continui aumenti? Insomma, l’AEEG sta venendo meno ai suoi strategici compiti, il decreto sulla liberalizzazione del mercato sembra non essere mai entrato in vigore, le Poste non assicurano più nessun servizio qualificato e infine, a gravare sulle bollette di luce e gas, le accise regionali. Numerose le segnalazioni, soprattutto dei cittadini romani, di fatture gonfiate, disdette senza avvisi e rateizzazioni non sempre in linea con le possibilità economiche del richiedente.

Non perderti i nostri comunicati

Un consumatore informato è un consumatore tutelato

Le altre notizie

Qualunque sia il tuo problema noi possiamo aiutarti

Bonus 110%, fotovoltaico e impianti di depurazione domestica sono le truffe del momento. Fai attenzione e chiamaci se hai un dubbio!

© 2021 Tutti i diritti riservati - FEDERCONTRIBUENTI Federazione Italiana a tutela dei contribuenti e dei consumatori. Privacy & Cookie Policy