Bonus 110%, fotovoltaico e impianti di depurazione domestica sono le truffe del momento. Fai attenzione e chiamaci se hai un dubbio!

Tutti i tuoi diritti con un click

Fisco, banche, contratti truffaldini e poi malasanità, malagiustizia. Troppi poveri e troppe ingiustizie. E’ora di rompere le catene!

Silenti Enasarco

Perché chi ha versato anche oltre 15 anni di contributi Enasarco alla fine deve perdere tutto?

Multiproprietà

Se sei proprietario di una multiproprietà o l'hai ereditata e non sai come liberartene contattaci senza impegno.

Banche e Fisco

Problemi bancari o fiscali? Sei pieno di debiti e temi possano portarti via tutto? Contattaci senza impegno e ti aiuteremo!

Acqua, luce, gas e telefonia

Conguagli, costi nascosti, contratti non stipulati o bollette esagerate. Se non sai come difenderti contattaci!

Ingiustizia civile

Se non hai una casa o rischi di perderla, se non hai un lavoro e hai bisogno di aiuto. Mafia, malasanità o qualunque altro problema contattaci!

Precari della scuola: ultima chiamata prima della scadenza

Share This Post

Share on facebook
Share on linkedin
Share on twitter
Share on email

Ultima opportunità per i precari della scuola di impugnare il licenziamento. Si tratta ormai dei soli supplenti annuali, quelli il cui contratto è cessato il 31 agosto scorso e per i quali è ancora aperto il termine di 60 giorni per impugnare il licenziamento e avere la possibilità di chiedere il risarcimento al giudice. Bisogna fare in fretta, restano solo due settimane prima della scadenza dei termini per ricorrere. Questi precari, per legge, hanno diritto all’inserimento nella graduatoria con contratto a tempo indeterminato, l’ammissione definitiva a ruolo e l’adeguamento salariale. Se ne occupa per Federcontribuenti l’avvocato Falcioni: – la Pubblica Amministrazione relega decine di migliaia di lavoratori della scuola pubblica in una condizione di sub-impiego. In palese spregio della normativa comunitaria (Direttiva 1999/70/CE), nonché di quella nazionale di recepimento (d. lgs. 368/2001), che consentono l’apposizione di un termine di durata al contratto di lavoro subordinato soltanto a fronte di ragioni di carattere tecnico, produttivo, organizzativo o sostitutivo -.

Le sequenze di contratti a termine sono portate avanti di anno in anno per ricoprire le stesse mansioni negli stessi luoghi e ciò si traduce inevitabilmente in una discriminazione tra lavoratori assunti con contratto a tempo indeterminato e lavoratori assunti, ogni anno, a tempo determinato, con conseguente compressione e compromissione del complessivo patrimonio professionale di questi ultimi.

Comportamento sanzionato dai Giudici del Lavoro di tutto il Paese i quali riconoscono in pieno i diritti dei precari della scuola, dalla progressione professionale, alle differenze retributive, nonché alla stabilizzazione del posto di lavoro o al risarcimento del danno. Conclude l’avvocato Falcioni: – da un punto di vista squisitamente giuridico, in un panorama legislativo contraddittorio ed incoerente, lo slancio e la sensibilità sociale dimostrate da questi Giudici nell’affrontare un problema della nostra realtà lavorativa, quello del precariato, diffuso come un cancro in tutto il nostro territorio deve darci speranza -.

Per avere maggiori informazioni è possibile chiamare l’avvocato della Federcontribuenti, Lida Falcioni al seguente numero: 06 52310634.

SCARICA LA DIFFIDA e spediscila con raccomandata.

Le sentenze:

Corte d’Appello di Roma, sentenza del 17 gennaio 2012;

Giudice del Lavoro del Tribunale di Udine, sentenza n. 317 del 26 ottobre 2011;

Tribunale del Lavoro di Bologna, sentenza n°1256 del 7/12/2011;

Tribunale del Lavoro di Siena, sentenza n° 699/2009;

Tribunale di Napoli, sentenza del 16/06/2011;

Corte di Cassazione, Sez. Lav. Sent. 11358 del 24/05/2011;

Tribunale di Genova, sent. 520 del 25 marzo 2011;

Tribunale di Genova, con la sentenza 1847/2010;

Tribunale di Roma, Sezione Lavoro, n. 17454 del 10 novembre 2010.

 

Non perderti i nostri comunicati

Un consumatore informato è un consumatore tutelato

Le altre notizie

Qualunque sia il tuo problema noi possiamo aiutarti

Bonus 110%, fotovoltaico e impianti di depurazione domestica sono le truffe del momento. Fai attenzione e chiamaci se hai un dubbio!

© 2021 Tutti i diritti riservati - FEDERCONTRIBUENTI Federazione Italiana a tutela dei contribuenti e dei consumatori. Privacy & Cookie Policy