Bonus 110%, fotovoltaico e impianti di depurazione domestica sono le truffe del momento. Fai attenzione e chiamaci se hai un dubbio!

Tutti i tuoi diritti con un click

Fisco, banche, contratti truffaldini e poi malasanità, malagiustizia. Troppi poveri e troppe ingiustizie. E’ora di rompere le catene!

Silenti Enasarco

Perché chi ha versato anche oltre 15 anni di contributi Enasarco alla fine deve perdere tutto?

Multiproprietà

Se sei proprietario di una multiproprietà o l'hai ereditata e non sai come liberartene contattaci senza impegno.

Banche e Fisco

Problemi bancari o fiscali? Sei pieno di debiti e temi possano portarti via tutto? Contattaci senza impegno e ti aiuteremo!

Acqua, luce, gas e telefonia

Conguagli, costi nascosti, contratti non stipulati o bollette esagerate. Se non sai come difenderti contattaci!

Ingiustizia civile

Se non hai una casa o rischi di perderla, se non hai un lavoro e hai bisogno di aiuto. Mafia, malasanità o qualunque altro problema contattaci!

L’85% delle entrate fiscali da redditi inferiori ai 25 mila euro

Share This Post

Share on facebook
Share on linkedin
Share on twitter
Share on email

tasse,imposte22 miliardi per digitalizzare l’Esercito, 3 miliardi per i satelliti militari, oltre 600 milioni per un’arma contraerea che resterà prototipo. Letta si preoccupa di mettere toppe e non di risolvere i problemi degli italiani. M5S: che fine ha fatto la politica di Robin Hood.

Negli ultimi vent’anni il sistema fiscale in Italia ha registrato cambiamenti profondi tanto da riscrivere il principio costituzionale sulla progressività delle imposte, (il principio per cui i più ricchi devono contribuire più che proporzionalmente al prelievo fiscale ). L’imposta di successione non esiste più, le rendite finanziarie sono rimaste al riparo dall’imposizione, con aliquote minime rispetto alla media europea e grandi possibilità di elusione. I profitti delle imprese, con le norme attuali, possono essere nascosti nei bilanci o trasferiti all’estero, nei paradisi fiscali dove non sono tassati. La casta, a dispetto dei cittadini, conta di numerosi riferimenti nel governo e negli enti che li riguardano. Il temuto carico fiscale, il lungo elenco delle tasse e delle imposte indirette è pagato quindi solamente dai lavoratori dipendenti, piccoli imprenditori e commercianti oltre che dalle fasce di reddito medio-basse. L’85% delle entrate delle imposte dirette viene dalle piccole categorie di lavoratori: dipendenti, piccoli imprenditori, artigiani, commercianti con redditi entro i 25 mila euro. Mentre i redditi superiori a 100 mila euro l’anno contribuiscono ad appena il 18% delle imposte dirette versate. Per uscire dalla crisi è necessaria una politica fiscale che cambi radicalmente strada, che sappia prelevare dove nasce l’evasione e l’elusione fiscale, in quella sacca del Paese dove grandi società ed aziende, con la compiacenza politica, godono di nascondigli fiscali eccellenti. Serve una redistribuzione del carico fiscale con un ritorno ad una significativa progressività dell’imposizione, non solo per raccogliere più risorse, ma soprattutto per dare un maggiore senso di giustizia fiscale. Negli ultimi vent’anni la ricchezza in Italia è cresciuta molto più che nella media europea. I patrimoni immobiliari si sono gonfiati per la moltiplicazione dei prezzi degli edifici. Tuttavia, mentre l’Imu grava soprattutto sui possessori dell’unica casa, i grandi possidenti, grazie alle fondazioni, trust, ( (isolamento e protezione di patrimoni, gestioni patrimoniali controllate ed in materia di successioni, pensionistica, diritto societario e fiscale) e stregonerie varie, non pagano. Federcontribuenti insieme ad Economia Popolare: Abbiamo creato un Mercato Globale, senza aver prodotto leggi che lo regolamentino. Da oltre 20 anni, dopo il processo denominato “deregolamentazione finanziaria”, l’Occidente subisce azioni speculative volte ad accumulare nelle mani di poche persone enormi ricchezze ed impoveriscono la base sociale sempre più grande e sempre più povera. Il Lavoro e la Produzione sono i principali fattori che creano occupazione, reddito e benessere in una Nazione, ma con la diffusione della Globalizzazione in assenza di Leggi che la regolino, la produzione e il lavoro si sono spostati in Asia. Ciò che producevamo in Europa oggi si produce in Cina e in India.

Quindi: diminuzione dell’IVA al 15% sui beni prodotti dalle Imprese che possiedono sia l’Holding che la Produzione in Italia. Obbligo di applicare sui prodotti bollino di tracciabilità economica. Aumento della tassa sul fatturato, ovvero l’IVA, sino al 35% sui beni prodotti dalle Imprese che possiedono sia la Holding che la Produzione fuori dall’Europa. Diminuzione delle tasse sugli immobili utilizzati per il commercio al dettaglio, al fine di diminuire il prezzo dei beni e servizi al dettaglio. Imprese e Commercianti saranno obbligati per legge ad abbattere i prezzi al consumo pari alle agevolazioni concesse. Le imprese estere che operano in Italia devono avere l’obbligo di assunzione di almeno l’80% di cittadini italiani, in linea con le normative previste in Svizzera e in Cina. Le numerose imprese Cinesi, come tutte quelle extra-comunitarie, presenti sul territorio italiano potranno continuare ad operare soltanto se assumono, in progressione e nell’arco massimo di 3 anni, italiani per mezzo dei contratti vigenti nel nostro Paese sino ad un totale dell’80% della forza lavoro. Questa azione produrrà due importanti benefici, il primo è l’assorbimento di manodopera italiana, il secondo sarà quello che le imprese estere dovranno adeguarsi in tutto alle regole del nostro Paese e così, in maniera naturale, si riequilibreranno i prezzi e la concorrenza leale. Divieto per le Banche di acquistare Titoli di Stato con denaro proveniente da BCE.
Tassazione del 75% per gli utili, In questo modo le Banche dovranno necessariamente riversare denaro sul mercato, finanziando famiglie e imprese. Il 30% dei nuovi finanziamenti erogati dalle Banche dovranno essere utilizzati dal beneficiario per acquistare Titoli di Stato Italiani e metterli a garanzia del finanziamento stesso a favore della Banca erogatrice. Le Banche devono avere le congrue garanzie e gli Italiani devono tornare Sovrani del Paese.

 

Non perderti i nostri comunicati

Un consumatore informato è un consumatore tutelato

Le altre notizie

Qualunque sia il tuo problema noi possiamo aiutarti

Bonus 110%, fotovoltaico e impianti di depurazione domestica sono le truffe del momento. Fai attenzione e chiamaci se hai un dubbio!

© 2021 Tutti i diritti riservati - FEDERCONTRIBUENTI Federazione Italiana a tutela dei contribuenti e dei consumatori. Privacy & Cookie Policy