Bonus 110%, fotovoltaico e impianti di depurazione domestica sono le truffe del momento. Fai attenzione e chiamaci se hai un dubbio!

Tutti i tuoi diritti con un click

Fisco, banche, contratti truffaldini e poi malasanità, malagiustizia. Troppi poveri e troppe ingiustizie. E’ora di rompere le catene!

Silenti Enasarco

Perché chi ha versato anche oltre 15 anni di contributi Enasarco alla fine deve perdere tutto?

Multiproprietà

Se sei proprietario di una multiproprietà o l'hai ereditata e non sai come liberartene contattaci senza impegno.

Banche e Fisco

Problemi bancari o fiscali? Sei pieno di debiti e temi possano portarti via tutto? Contattaci senza impegno e ti aiuteremo!

Acqua, luce, gas e telefonia

Conguagli, costi nascosti, contratti non stipulati o bollette esagerate. Se non sai come difenderti contattaci!

Ingiustizia civile

Se non hai una casa o rischi di perderla, se non hai un lavoro e hai bisogno di aiuto. Mafia, malasanità o qualunque altro problema contattaci!

Truffa vacanze, chiesti 18 anni di carcere

Share This Post

Share on facebook
Share on linkedin
Share on twitter
Share on email

MULTIPROPRIETA’ Il Pm Rossi sollecita la condanna di amministratori e promotori di Holiday Srl

I clienti raggirati, assistiti da Federcontribuenti Veneto, sono in attesa del risarcimento

Luca Ingegneri

 

Sei condanne e cinque assoluzioni sono state chieste dalla pubblica accusa al processo per le truffe sulle multiproprietà. Il pubblico ministero Luisa Rossi ha sollecitato il tribunale a decretare pene esemplari per amministratori e promotori della Media Weeks Srl, poi trasformata in Holiday Srl, la società con sede nella cintura urbana tra il 2005 e il 2007 organizzava meeting in eleganti alberghi di tutto il Veneto per far sottoscrivere agli ignari partecipanti contratti di multiproprietà per vacanze. Cinque anni di carcere per Roberto Polello, 51enne amministratore unico della società, quattro anni per Gianluca Mazzucato, detentore della maggioranza delle quote della Srl, due anni e mezzo ciascuno per Alberto Franco e Gianluca Chiaretto, due anni a testa per Lisa Michelon e Alessandra Ongaro, organizzatori delle serate e sottoscrittori dei contratti truffa.

 I potenziali acquirenti venivano contattati telefonicamente. L’organizzazione prometteva una vacanza da ritirare nel corso di un meeting in un albergo, solitamente al venerdì sera. Alla serata erano invitati tutti i ‹‹fortunati vincitori››. Al momento del ritiro del pacchetto viaggio, le vittime venivano indotte a sottoscrivere l’acquisto di appartamenti in località balneari alla moda sia in Italia che all’estero. Proposte irrevocabili che, a distanza di sole ventiquattr’ore, si traducavano nella firma del contratto, senza alcuna possibilità di ripensamento. Della vacanza di una settimana e dell’appartamento ovviamente nemmeno l’ombra. Secondo l’organizzazione la proposta d’acquisto si sarebbe potuta rescindere in qualsiasi momento, senza spese e con il recupero dell’intero capitale. Ma così non è stato: di fronte al rifiuto delle vittime di dare corso alle pratiche comparivano penali da onorare. Esercitare il diritto di recesso dal contratto, pur nei tempi di legge, era quindi un’impresa praticamente impossibile. Sarebbero svariate decine i clienti raggirati. Qualcuno ha ottenuto un parziale risarcimento del danno e ha rimesso la querela. A tutelare un gruppetto di vittime della truffa è la Federcontribuenti Veneto, costituita parte civile con l’avvocato Desirée Gaspari.

L’accusa non ha invece raccolto prove certe a carico degli altri cinque imputati, che svolgevano le funzioni di promoter per conto dell’organizzazione Simona Di Base, Matteo Dessi, Renzo Moro e Lucrezia Rosa Ferrari.

Non sarebbe stato possibile accertare nel corso del contradditorio la loro volontà di fornire indicazioni fuorvianti ai clienti sull’acquisto della multiproprietà. Per questa ragione il Pm ne ha chiesto la soluzione per non aver commesso il fatto.

Il processo celebrerà l’ultimo atto il prossimo 18 Dicembre con le arringhe dei difensori. Poi il tribunale, presieduto da Carlo Marassi, si ritirerà in camera di consiglio per scrivere la sentenza.

 

IL GAZZETTINO

          Giovedì 12 dicembre 2013

Non perderti i nostri comunicati

Un consumatore informato è un consumatore tutelato

Le altre notizie

Qualunque sia il tuo problema noi possiamo aiutarti

Bonus 110%, fotovoltaico e impianti di depurazione domestica sono le truffe del momento. Fai attenzione e chiamaci se hai un dubbio!

© 2021 Tutti i diritti riservati - FEDERCONTRIBUENTI Federazione Italiana a tutela dei contribuenti e dei consumatori. Privacy & Cookie Policy