Servizio Sanitario Nazionale ”troppe poltrone e pochi cerotti”

Fabio Rizzi e Mantovani ”hanno in tutti i modi ostacolato la riapertura del Centro Iperbarico” è la denuncia del comitato Pazienti del Verbano, ”situazione denunciata da mesi alle istituzioni locali, provinciali, regionali e nazionali ma nessuno è intervenuto”. Dopo l’ennesimo scandalo che vede coinvolta la sanità lombarda, i 300 pazienti lasciati da mesi senza cura non ci stanno, ”continuiamo a pagare una sanità malata mentre i pazienti che hanno necessità di cure, malgrado le loro deficienze fisiche, son stati costretti ad esiliare fino a Milano”.

”Proprio a causa del Consigliere Rizzi non abbiamo potuto avere un confronto con i vertici dell’ex A.S.L. di Varese, tramite un’audizione in Commissione Sanità, perché ritenuta inappropriata. A questo punto è lecito chiedersi il perché. Il Comitato è rappresentato dall’avv. Lara Bersani di Federcontribuenti, ”i pazienti del centro iperbarico sospeso da mesi vogliono solamente che si indaghi sui motivi che hanno portato alla sospensione del centro di ossigenoterapia, l’unico nella zona, quanto ci vuole ad appurare se il Centro in questione rispetta tutte le norme? Sono passati 8 mesi!”.

Durante un sopralluogo da parte dei Carabinieri dei NAS di Milano unitamente a personale A.S.L. non è stato fatto alcun cenno ad eventuali problematiche riguardanti la sicurezza o un grave rischio per la salute dei cittadini, e i NAS non hanno mai preso o attuato provvedimenti restrittivi in tal senso (sequestro) né in quella circostanza né successivamente sino ad oggi”.

Denuncia il Comitato OTI, ” in materia di salute, le Aziende Sanitarie Locali hanno potere assoluto senza dover rispondere a nessuno del loro operato. Però chi nomina questi i Dirigenti?”.

Federcontribuenti, sfiora il miliardo di euro l’indebitamento del SSN tra sprechi e gestione selvaggia delle risorse pubbliche ”deliberatamente stanno devastando il Servizio Sanitario Nazionale incolpando i malati di congestionare i pronto soccorso, di fare esami costosi perchè tutti ipocondriaci, eppure i buchi nei bilanci – la sanità ha il record di scandali per mazzette – non sono causati dai malati, ma dai dirigenti, dai politici che l’amministrano, dagli affaristi senza scrupoli perchè potenti all’ombra del cupolone”. Mentre chi amministra si arricchisce, i malati dopo aver pagato tasse su tasse sono costretti al privato, a fare viaggi della speranza, a subire sempre e comunque. ”Il SSN va tolto dalle mani delle Regioni, occorre dimezzare le poltrone e aumentare i posti letto. Troppi scrivani e pochi cerotti”.