Tutta la verità sull’operazione immobiliare Preli. Conferenza stampa domani 8 giugno ore 17

Domani 8 giugno alle ore 17 nella sala conferenze dell’hotel Stella del Mare di Chiavari in Viale Enrico Millo 115 conferenza stampa indetta dalla Federcontribuenti – la verità sull’operazione immobiliare Preli e i pesanti retroscena

”Un grazie ai cittadini chiavaresi che hanno deciso di opporsi al progetto e che hanno aperto un gruppo su facebook – Orrore Preli -. Nadia Gentilini è determinata più che mai a porre fine all’orrore Preli, alle bugie e soprattutto all’aria mafiosa che ha rubato il posto della brezza marina non solo a Chiavari ma in tutta la Liguria”

Il colonnello Sandro Sandulli, comandante del Ros e direttore della Direzione Investigativa Antimafia della Liguria: “La presenza strutturata in Liguria della ‘ndrangheta non è più una chiacchiera ma un’evidenza nei confronti della quale, anche tra addetti ai lavori, c’è ancora scarsa sensibilità”. Questo per ribadire che Nadia Gentilini non solo non è una eretica, ma che è a tutti gli effetti una vittima sacrificale all’altare del profitto di un gruppo di potere con importanti compiacenze sul territorio e anche a Roma, dove la commissione Antimafia continua a non rispondere al richiamo della stessa Nadia Gentilini. Questa non è solo la storia di Nadia, questa è la mostruosa storia che sta coinvolgendo tutti Chiavari e i suoi cittadini sepolti sotto una colata di cemento chiamata Operazione Preli.

Interverranno:

Il consigliere regionale Gabriele Pisani introdurrà i lavori;

L’on. Alberto Zolezzi parlerà di criminalità organizzata e piano Preli;

Marco Brugnerotto, presentò una interrogazione parlamentare cui risposta lasciò tutti interdetti;

Avv. Monteleone, legale della Nadia Gentilini e i suoi fascicoli penali;

L’onorevole Gaetti, commissione antimafia, dopo aver preso visione degli enormi faldoni presentati dalla Gentilini entrerà nel merito della vicenda con proposte di intervento e risoluzione;

Marco Paccagnella presidente della Federcontribuenti assieme a Nadia Gentilini chiuderanno la conferenza.

Tutto ha inizio dalla vicenda che ha coinvolto e distrutto la vita di Nadia Gentilini.

Anno 2000, Nadia Gentilini è stata costretta alla fuga dopo reiterate minacce, intimidazioni e attacchi vari che l’hanno portata a perdere il lavoro e i beni in suo possesso. Il 31 ottobre 2013 l’ex colonia Fara viene venduta all’asta alla società Fara srl per 6 milioni e 750 mila euro, ”guarda caso la società Fara srl nasce a giugno 2013 e ha come oggetto sociale tutte quelle attività che calzano a pennello con tutta l’operazione Preli, anche la gestione della spiaggia”.

All’inizio solo l’esigenza di riqualificare un’area demaniale degradata e pericolosa e che riguarda il più caratteristico tratto balneare di Chiavari: la Torriglia, l’ex colonia Fara e i cantieri navali. Tre proprietà, di cui una del comune, abbandonate. Sul cantiere navale si concentrano e dipanano le vicende giudiziarie, le polemiche e le guerre intestine che hanno infine visto Nadia Gentilini come unica soccombente insieme ad ignari cittadini: ”risulto unica soccombete soltanto perchè sono stata la sola ad oppormi ad un disegno criminale. Ciò che stanno edificando su quel tratto di spiaggia è spaventoso e non corrisponde affatto al progetto iniziale, non lo dico io, ma le carte”.

Libero accesso.

Pagina facebook di Nadia Gentilini